CUCINA FVG

ENOGASTRONOMIA

DA NANDO

A MORTEGLIANO LA CUCINA DI IVAN

di Antonio Devetag - da "Fuoco Lento" -

Di Antonio Devetag, dalla rivista Fuoco Lento

A pochi chilometri da Udine a Mortegliano (che si contende con Cremona il primato d'avere il campanile più alto d'Italia), la Trattoria Da Nando è il regno della famiglia Uanetto, da ben cinque le generazioni dedita alla ristorazione. Una bella storia che comincia quando Ferdinando, trisavolo degli attuali proprietari, iniziò a gestire una locanda a Sammardenchia. Tradizione e mestiere furono un tratto distintivo anche nelle generazioni successive, prima con il figlio Pietro gestore della Locanda alla Pesa, poi con il nipote Edoardo che, nel 1931, da Sammardenchia si trasferì a Mortegliano aprendo qui la Trattoria alla Corona. Fu proprio poi il figlio di Edoardo, Ferdi"Nando" che nel 1960 creò la trattoria "Da Nando" con sua moglie Isolina, impareggiabile regista della squisita cucina. Questo felice connubio continuò negli anni '80, quando i figli Ivan e Sandro entrarono nella conduzione diretta del locale, portando con loro una ventata di novità. Il Ristorante viene rinnovato nel 1992: si creano così cinque confortevoli sale atte ad ospitare fino a 140 persone.

Oggi, Ivan e Sandro Uanetto coltivano, alimentano e fanno crescere di anno in anno questa storia di famiglia e di passione per la cucina e per le cose buone del territorio, senza snaturare mai il nucleo centrale del loro patrimonio familiare (l'autenticità e la cultura rigorosa della cucina di territorio basata sui prodotti locali) a cui hanno aggiunto la cucina di pesce, facendo della Trattoria Da Nando un vero e proprio, frequentatissimo, tempio della gastronomia friulana. La cucina "di" Ivan (in quanto ispiratore, suggeritore, controllore) è una cucina di territorio golosa e molto fantasiosa, proposta in maniera assolutamente entusiastica e gioiosa. È lui a guidare con mano sicura gli Chef Carla Savorgnan e Loris Bearzi e la loro motivatissima brigata. Ogni volta che si arriva Da Nando è una golosissima sorpresa. Assistiamo così, in tavola, a un susseguirsi naturale di delicati asparagi ed erbe di campo durante la primavera, un tripudio di porcini e funghi provenienti dalla Carnia nei mesi estivi, fino ad arrivare all'autunno-inverno dove a farla "da padrone" sono il sorprendente Tartufo Bianco di Muzzana ( la trattoria è notissima per i suoi fantastici piatti a base di questo pregiato tubero, che gli chef utilizzano non solo in modo tradizionale, ma anche in modo assolutamente creativo), la celebre e delicata Rosa di Gorizia, la Polente cuinciade, il saporito Formadi Frant. Queste ed altre mille delizie del Friuli Venezia Giulia si combinano a meraviglia con le primizie delle stagioni. Non è tutto: la qualità estrema delle materie prime va di pari passo con la "filosofia" elaborata da Ivan e Sandro, che fa serio riferimento al chilometro zero. Di qui la collaborazione con molte piccole, medie e grandi aziende della regione, cercando per ogni stagione i prodotti più rappresentativi. Un ruolo di rilievo nei menù lo occupano i prodotti Presidi Slow Food come ad esempio il Radic di Mont, il formaggio di Latteria turnaria, l'Aglio di Resia, la Cipolla di Cavasso Nuovo, la Pitina, e - non occorrerebbe neppure dirlo - piatti tipici come la Brovada perfetto accompagnamento di cibi legati alla storia contadina del Friuli, come il Muset e il Frico. Prelibatezze che Ivan e Sandro offrono a piene mani a clienti e gourmet. Straordinaria la ricercata e ampia cantina curata da Sandro, che occupa una posizione di rilievo nel panorama regionale e italiano, con un carnet di 8000 etichette e circa 150.000 bottiglie. Accanto al ristorante, la Bottega con straordinari prodotti e vini e una raffinata Locanda con dodici camere.

Associata, oltre che a FVG Via dei Sapori, anche al network gastronomico del Buon Ricordo, la trattoria ha come piatto simbolo La polente cuinciade (morbida e insaporita con Montasio, ricotta affumicata e porcini freschi), che viene effigiata sul piatto in ceramica realizzato a Vietri sul Mare.


Via Div. Julia, 14 MORTEGLIANO

Tel. 0432.760187 info@danando.it 

www.danando.it

Il Vitello d'Oro, è senz'altro uno dei migliori ristoranti di Udine e si distingue per la ricerca continua della novità, mai a scapito delle ottime tradizioni friulane che anzi, vengono sempre valorizzate. Il ristorante è parte integrante alla seconda cinta muraria della città, del XIII secolo. Pochi metri da piazza San Giacomo, cuore della città....

Amiamo Grado, che per non lo ricorda è stata parte integrante della Provincia di Gorizia. Nel campo della ristorazione il pesce è ovviamente un must. L'Androna, che fa parte dell'associazione FVG Via dei Sapori è certamente uno dei più qualificati ristoranti dell'Isola del Sole: la presentiamo, insieme a una ricetta. I Tarlao sono da tre...

Siamo sul San Michele, teatro delle drammatiche battaglie della Prima guerra mondiale. La gostilna Devetak (trattoria, in sloveno) ha una piacevole rustica impronta carsolina. I Devetak hanno la trattoria-gostilna dal 1870, ossia da 5 generazioni. Ora la conducono Avgustin e la moglie Gabriella. Nel 2001 viene recuperata l'osteria originale e nel...

Cominciamo da Josko Sirk patron de La Subida di Cormons, una rassegna di ricette che si possono provare nella propria cucina (il tempo non manca) e suggerite da grandi cuochi della nostra Regione, della schiera di supercuochi eproduttori di delizie nostrane aderenti all'associazione FVG Via Dei Sapori.
Fra i vigneti e i boschi del Collio goriziano,...

E' a Gradisca, più o meno al centro dell'Isontino, in posizione strategica. Il ristorante Al Ponte è un'oasi di verde accanto alle vie di comunicazione più importanti del Friuli Venezia Giulia: autostrada e aeroporto a pochi minuti. Il ristorante è molto confortevole e caldo. In sala, i genitori Adriana e Armando e lo zio Fabio. L'hotel è molto...