A CAPRIVA IL FESTIVAL DELL’OPERA IL 30/8 E 1/9 AL CASTELLO DI SPESSA

25.08.2020

Parte il Festival dell'Operetta del Friuli Venezia Giulia proponendo due date per l'atteso e ormai tradizionale spettacolo d'opera da camera al Castello di Spessa di Capriva del Friuli, storico maniero che ospitò il noto librettista di Mozart Lorenzo da Ponte e Giacomo Casanova e d'estate diventa la casa dell'opera lirica in Friuli Venezia Giulia. L'appuntamento è il 30 agosto e 1° settembre, con inizio alle 20. Per l'edizione 2020 del Festival il direttore artistico Gabriele Ribis ha pensato di proporre nella medesima serata due mini opere (Il telefono di Giancarlo Menotti e Il segreto di Susanna di Ermanno Wolf Ferrari), che sono una sorta di racconto di due coppie durante la quarantena. La direzione musicale sarà affidata all'emergente Alessandro Cadario, direttore principale dell'Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, e la regia alla giovane regista locale (di San Floriano del Collio) Jasmin Kovic. Voci di: Anna Bordignon (soprano), Dario Giorgelé (baritono). A fare da corollario allo spettacolo saranno - per chi lo vorrà - vini del Collio e cibi raffinati. In particolare, gli spettatori potranno scegliere fra l'aperitivo prima dello spettacolo o la cena con piatti freddi al Bistrot del Castello, oppure per veloci snack nella pausa fra il 1° e 2° tempo, o ancora prenotare la cena alla fine dell'opera in uno dei tre ristoranti di Spessa, ovvero la Tavernetta al Castello, il Bistrot e l' Hosteria del Castello." Lo spirito del Festival è, da sempre, non adattare il luogo allo spettacolo ma lo spettacolo, in particolare l'opera lirica, al luogo- racconta Gabriele Ribis - Un castello o una villa diventano quindi un palcoscenico costruito su misura, dove anche il pubblico stesso diventa parte integrante della messa in scena. Esemplare la produzione de L'elisir d'amore lo scorso anno, ambientato in un'osteria di campagna letteralmente circondata dai vigneti del Castello di Spessa, dove addirittura anche l'orchestra faceva parte della scena."

info@piccolofestival.org 

Gorizia3.0 - redazione