CASA ROSSA E DINTORNI IL PARCO DELL'UNIVERSITA'

Qualche giorno fa su questa pagina fb abbiamo pubblicato un post sul piazzale della Casa Rossa evidenziando il vergognoso stato in cui versa. Una tematica di evidente interesse per i cittadini goriziani, che hanno anche proposto soluzioni fattibili per il recupero dell'insieme, le quali non dovrebbero passare inosservate agli occhi dell'amministrazione. 

A pochi passi da Casa Rossa si trova dal 1989 la sede dell'Università di Trieste nell'ex seminario minore. Un edificio pensato nel 1898 per ospitare il Seminario Minore di Gorizia che fu ultimato nel 1910 quando venne aggiunto il terzo piano. Nel 1912 si tenne una sontuosa cerimonia per la benedizione dell'edificio alla quale parteciparono illustri personaggi e rappresentanti dell'alto clero, laicato, nonché autorità militari e civili. Un progetto grandioso con ampi spazi, servizi per i tempi tecnologicamente avanzati, cucina, mense, palestra, teatro, stanze per la musica, infermeria, una fattoria, orti e giardini. Alla sua realizzazione vi lavorarono le ditte più accreditate dell'epoca. 

Oltre ai preti vi risiedevano anche molti studenti. Nel parco del seminario venivano coltivate piante da frutto e anche la vite. Ad oggi questo splendido parco ha lasciato il posto a piante arrampicanti, erbacce, edera ecc...insomma un bel bosco in piena città. Ci sono stati varie proposte e progetti per la risistemazione dell'area. Uno della Cantina produttori Cormons sparita negli archivi della Camera di commercio. Un altro risale al 2015 ed è stato proposto degli studenti del corso di architettura di Trieste, servito solo a riempire qualche pagina di giornale. Se non fosse stato per l'intervento di alcune associazioni di volontari che con impegno hanno disboscato la parte adiacente il parcheggio e qualche altra parte, null'altro sarebbe cambiato oramai da anni. 

Tale edificio con il suo parco è già stato protagonista di un nostro post che sottolineava il degrado in cui versano alcune ale dell'edificio e il totale abbandono del parco. Da tutto ciò si può evincere come ci sia un'accentuata mancanza di interesse progettuale e di sviluppo del polo universitario goriziano da parte dell'Università degli Studi di Trieste. Gli stessi studenti, come già tempo fa abbiamo detto, si lamentano della situazione: scale antincendio piene di mozziconi a terra, piccioni morti in bagno, intonaci che cadono, bagni pieni di sporcizia e via dicendo......... insomma una decadenza che evidentemente va di pari passo con il fallimento del Consorzio per lo sviluppo del Polo universitario di Gorizia: di recente è stato salvato in extremis dal Consiglio Comunale : ok, speriamo serva a qualcosa.

Una foresta in piena città, purtroppo è questo ciò che si vede dalla strada, è un ottimo tassello che si congiunge perfettamente in un puzzle di una città bellissima, ma che purtroppo non manca di luoghi abbandonati e lasciati andare nel più totale degrado. Luoghi ignoti alle pagine fb degli amministratori comunali: brutti sfondi per i loro selfie. Forse sarebbe il caso che l'assessore dell'Università di Gorizia o il Sindaco stesso in nome del decoro urbano invitino il Rettore dell'Università di Trieste a farsi carico della situazione e a risolverla sistemando il parco. Ma anche il Fondo Gorizia potrebbe intervenire Trieste permettendo. 

Sarebbe interessante inoltre sfruttare lo stesso con attività inerenti ai corsi di studio d'agraria o botanica. Insomma dare vita nuovamente a questo grande giardino e dare una ripulita e sistemata anche all'edificio storico che porta tanto prestigio all'Università. 

Kevin Cucit e Rossella Dosso 


Ultimi articoli: