COMPLIMENTI A TS PER IL CENTRO CONGRESSI GORIZIA HA DIMENTICATO IL SUO

20.08.2020

Complimenti a Trieste e al sindaco Dipiazza, che ha appena inaugurato il moderno Centro Congressi , rilanciando concretamente le giuste aspirazioni internazionali del capoluogo del FVG e cominciando a sfruttare economicamente e turisticamente un luogo ricco di potenzialità, Porto Vecchio, finora precluso agli stessi triestini. L'opera, ci informa il quotidiano triestino, è costata 13 milioni di euro. Gorizia possiede un Conference Center stupendo*, attrezzatissimo, che costò alla Cciaa (era ancora goriziana) e quindi alla comunità isontina circa dieci miliardi di lire. A capocchia, come sei milioni di euro al cambio attuale. Una struttura che la Cciaa ha ceduto in gestione all'Università di Trieste, la quale occupa già qualche piano dell'ex seminario arcivescovile e che tra le sue facoltà ha quella prestigiosissima di Scienze internazionali e diplomatiche, che come dice il nome dovrebbe sviluppare proprio i rapporti transnazionali, nel solco di una tradizione fondamentale per Gorizia.

Una domanda semplice semplice: perché Gorizia non riesce a sfruttare questo suo tesoro, pagato caro dai contribuenti? Perché la Camera di commercio di Trieste non emette un comunicato in lingua italiana per dirci il futuro i questa struttura, spiegando magari il futuro del Quartiere Fieristico di via della Barca? Oppure, fuori dal burocratese, perché non ci spiega come sarà il Mercato coperto dopo tre (3!) anni di lavori? E ancora: perché non risponde all'appello del sindaco Ziberna per usare una parte (piccola, modesta, per carità!) del Fondo Gorizia - decine di milioni di euro - per azioni che sollevino la città da una crisi economica aggravata dal Covid?

Rossella Dosso

*Sulla pagina Facebook del Conference Center di Gorizia l'ultima notizia risale al 2014 e riguarda un interessante convegno sull'ittiologia: vedi foto