COVID-19 E OSPEDALE DI GORIZIA, ANCORA INFORMAZIONI

20.03.2020

Nessuna presa di posizione da parte nostra, ci mancherebbe, ma ci sembra doveroso informare i cittadini della futura provincia di Gorizia di quanto accade nel nosocomio del capoluogo. Quindi riportiamo questo comunicato. Ai lettori il giudizio.

"In merito a quanto pubblicato sui social su un possibile utilizzo dell'ospedale San Giovanni di Dio come "ospedale COVID", la Direzione di Asugi precisa:

per affrontare l'emergenza mondiale, sono in atto alcune modifiche organizzative indispensabili ad assicurare l'emergenza COVID-19 e nel frattempo garantire le attività dello stesso ospedale.

Presso il San Giovanni di Dio, quindi, sono stati riconvertiti i posti letto di Cardiologia in posti attrezzati per COVID. In questo modo assicuriamo a Gorizia 16 posti.

Rimane attiva la guardia medica cardiologica e stiamo valutando la possibilità di ricovero per sub acuti cardiologici con monitoraggio nell'attuale Cardio-nefrologia al terzo piano, che sarà attrezzata con 6 posti letto.

A garanzia del contenimento dell'infezione, sono stati distinti percorsi per i pazienti Covid e altri pazienti.

Si ricorda che il coordinamento, e quindi le decisioni per l'occupazione dei 16 posti letto a Gorizia, è di pertinenza della programmazione regionale anche a seguito della saturazione dei posti di Trieste e Udine e senza distinzioni. Infine, le urgenze sia chirurgiche che cardiologiche sono dirottate in via temporanea all'ospedale di Monfalcone."