DELIZIE DI CASA NOSTRA ALLA VECIA GORIZIA

23.10.2020

Il Mercato coperto di Gorizia è la miniera da cui Ennio Buttignon detto "Nini" e sua moglie Emanuela Russian traggono le deliziose primizie con cui ornano i contorni e i piatti che arrivano sulle tavole della "Vecia Gorizia", trattoria tipica che si affaccia su via Ascoli, una delle più belle e suggestive strade della città. Un luogo topico, caldo e accogliente per chi ama la cucina goriziana. Quindi, squisiti Gnocchi di susine e fettuccine con porcini freschi, un burroso petto d'anatra al forno, molta selvaggina adesso che comincia la stagione fredda con il cinghiale e il capriolo in evidenza. 

Una cucina del Goriziano in senso lato -come è giusto - che arriva quindi fino al mare e in quella splendida Grado dalla quale Nini ha tratto piatti gustosissimi, come il Boreto alla graisana, mentre non trascura i piatti della tradizione friulana come il frico o di quella slovena con deliziose palacinke. Nella stagione giusta, quella che sta per arrivare, Nini ed Emanuela mettono in tavola il tesoro della città, ovvero quella Rosa di Gorizia, in mille variazioni che formano un inno alla nostra tradizione. Vini del Collio goriziano con un occhio particolare ai produttori di Oslavia. Prezzo medio, sui 30 euro, con il vino della casa. Chiude al sabato e alla domenica.

Rossella Dosso


Altri articoli "Cucina FVG":