DI CHI HA PAURA IL NOSTRO SINDACO?

01.01.2021

Leggiamo un po' in ritardo la paginata peraltro doverosa che il Piccolo dedica al sindaco di Gorizia e, preoccupati, ci chiediamo dove si annidano e soprattutto chi siano tutti i nemici che il primo cittadino evoca a ogni domanda del giornalista Francesco Fain. Chi sono i denigratori dell'ospedale che vive, secondo il nostro, una delle sue stagioni migliori? Chi gli tende imboscate e fa "giochetti" a danno di Gorizia? Chi chiama "effimera" la nomina di Gorizia e Nova Gorica quale capitale europea della cultura, giusto ieri citata nel discorso del Presidente della Repubblica di fine anno? Chi posta negatività su Facebook "contro" Gorizia?


Tutti personaggi - spiega il "sindic" - prossimi a candidarsi alle prossime elezioni, gentucola in cerca di poltrone. Ahi ahi: ma Ziberna frega tutti sul tempo e, in uno spazio mediatico che sarebbe stato bene occupare con messaggi concreti, annuncia la sua ricandidatura un anno e mezzo prima delle elezioni. Di cosa ha paura?


La vera domanda, che richiederebbe qualcosa di più dei selfie reiterati e narcisistici cui ci ha condannato gran parte di questa giunta, dove sia la politica, dove siano finiti i partiti dei quali non si sente più la voce, dove siano finite le liste civiche che promettevano di cambiare Gorizia. Figurarsi: non sarebbe il caso di premere sul tasto "reset"?


Gorizia3.0


Ultimi articoli:


"Dai pressi del Caffè del Teatro sino alla stazione ferroviaria le folte siepi di malvone, che fiancheggiavano i viali di platani, sembravano un interminabile tappeto di fiori, che destava la maraviglia di tutti i forastieri..... Ben a ragione Gorizia poteva venir chiamata l'incantevole città dei fiori del Friuli Orientale, da chi dalle brume...

L'assessore regionale all'Energia Scoccimarro ha annunciato stamane di voler revisionare entro l'anno la legge sullo sconto carburanti ed eventualmente inserire nuovi comuni nel progetto, che va a supporto di una lunga e finalmente concreta battaglia goriziano-isontina per riequilibrare l'economia della fascia confinaria. Solo sulla nostra fascia...

Ricapitoliamo: 24 o 25 milioni a Pordenone, Udine e a Trieste. Progetti mirati, occasioni di sviluppo. Diciotto piazzati sul territorio dell'ex provincia di Gorizia e salomonicamente divisi tra i due capoluoghi, Monfalcone e Gorizia. Nove ciascuno. A Gorizia per progetti slegati da una visione d'insieme e che hanno suscitato più di qualche...

Se al primo mal di pancia la maggioranza che governa Gorizia rischia di andare gambe all'aria questa è la conseguenza di una gestione poco condivisa ed arrogante, della mancanza di dialogo con i cittadini, dell'evidente inadeguatezza di molti degli assessori, dell'incapacità di rivendicare un ruolo di protagonista per la città, spogliata come un...

Assisteremo presto alle avvisaglie di un improvvisa cotta per l'Isontino del quale a nessuno fregava niente fino e ieri. Fino a che il direttore del Messaggero Veneto e de Il Piccolo ha sollevato la "questione goriziana", da noi sempre evidenziata. Sindaco non mangia sindaco: noi, insieme a chi ci legge, andiamo avanti. Gorizia langue e sarebbe...