DOPO LE PROTESTE LO STUDIO DI FATTIBILITA'

Dopo qualche settimana di panico e confusione domani la Camera di commercio presenterà* non il progetto ma lo "studio di fattibilità" del Mercato coperto, prospetto generico di buone intenzioni che dovrebbe dare avvio ai lavori di ristrutturazione per i quali è prevista la chiusura per 18 o 36 mesi ma anche, chissà, per 48 mesi, come si evince dalla letterina di sfratto inviata dal Comune ad alcuni esercenti della fascia esterna proprio in vista dei lavori: "la concessione avrà termine il 31 dicembre e non potrà essere rinnovata per ulteriori 4 anni".

Siamo lieti che i nostri ripetuti post, i primi articoli allarmati de Il Piccolo, la protesta dei goriziani, la consapevolezza di alcuni consiglieri comunali abbiano di fatto cambiato l'atteggiamento della Camera di commercio e del Comune, che evidentemente non si erano parlati: il "progetto", che tale non è, era un oggetto misterioso. Tutti presi in contropiede, data l'abitudine di prendere decisioni importantissime senza discutere con i cittadini e poi urlare alle fake news. 

Decisioni importanti come quella con cui, se non sarà respinta o modificata dai consiglieri comunali, Gorizia rinuncerà alla gestione di una sua politica industriale passandola a Monfalcone, che si avvia trionfalmente a diventare il capoluogo della futura Provincia. Trieste permettendo, ovviamente. Leggete tutto in questa pagina, qui sotto. 

Gorizia3.0

*alle 15 ai consiglieri comunali quindi alle 17 agli operatori 


Altri articoli sul mercato:


Il Piccolo si è preoccupato di contattare il sindaco di Gorizia sull'argomento Mercato Coperto dopo mesi di silenzio dei media - tranne noi di Gorizia3.0: un silenzio doveroso dopo le figuracce dello scorso ottobre e il nostro titolo riporta una domanda retorica che segue un ragionamento pieno di grinze del primo cittadino di Gorizia. Come saprete...

Una sola parola d'ordine ai commercianti del mercato coperto categorica e impegnativa per tutti: silenzio stampa sull'incontro. Camera di commercio di Trieste e comune di Gorizia si vergognano talmente delle figure barbine fatte nelle ultime settimane da essere terrorizzati.
Pochi giorni fa si è tenuto infatti l'incontro tanto atteso tra i...

Terrorizzati dalla reazione scatenata anche su questo social da uno dei peggiori pastrocchi goriziani degli ultimi anni, ovvero gli enigmatici lavori che avrebbero dovuto sconvolgere il Mercato coperto, ecco che con le pive nel sacco, il megadirettore della CCIAA triestina Medeot accompagnato dall'assessore al commercio Sartori hanno ribaltato la...

Prima puntata - Il mondo alla rovescia. Tutto ciò che non è stato fatto dall'amministrazione comunale in tre anni dall'insediamento è stato messo in fila in www.goriziastrategica.it, dove i cittadini sono chiamati alla realizzazione del nuovo piano regolatore, che si muove su cinque direttrici: Gorizia cura il suo patrimonio; il verde goriziano...

Rompiamo il silenzio calato sulla vicenda Mercato coperto che tra trionfali proclami, letterine di sfratto, progetti fantasmagorici ha dimostrato soprattutto l'afasia esistente tra Comune e la Camera di commercio a trazione triestina: i due enti non si parlano tanto da aver programmato la fuoriuscita dei circa quaranta esercenti che vi lavorano...

Non è riuscita la rottamazione di qualsiasi vocazione goriziana sia essa industriale o culturale per seguire l'unica che interessa ai mediocrissimi rimasugli di quella che fu la gloriosa cciaa di Gorizia: l'interesse di Trieste. Una, quella del Consorzio universitario, è infatti andata storta, spaccando la maggioranza su cui si regge questa giunta....