DOPO LE PROTESTE LO STUDIO DI FATTIBILITA'

03.05.2021

Dopo qualche settimana di panico e confusione domani la Camera di commercio presenterà* non il progetto ma lo "studio di fattibilità" del Mercato coperto, prospetto generico di buone intenzioni che dovrebbe dare avvio ai lavori di ristrutturazione per i quali è prevista la chiusura per 18 o 36 mesi ma anche, chissà, per 48 mesi, come si evince dalla letterina di sfratto inviata dal Comune ad alcuni esercenti della fascia esterna proprio in vista dei lavori: "la concessione avrà termine il 31 dicembre e non potrà essere rinnovata per ulteriori 4 anni".

Siamo lieti che i nostri ripetuti post, i primi articoli allarmati de Il Piccolo, la protesta dei goriziani, la consapevolezza di alcuni consiglieri comunali abbiano di fatto cambiato l'atteggiamento della Camera di commercio e del Comune, che evidentemente non si erano parlati: il "progetto", che tale non è, era un oggetto misterioso. Tutti presi in contropiede, data l'abitudine di prendere decisioni importantissime senza discutere con i cittadini e poi urlare alle fake news. 

Decisioni importanti come quella con cui, se non sarà respinta o modificata dai consiglieri comunali, Gorizia rinuncerà alla gestione di una sua politica industriale passandola a Monfalcone, che si avvia trionfalmente a diventare il capoluogo della futura Provincia. Trieste permettendo, ovviamente. Leggete tutto in questa pagina, qui sotto. 

Gorizia3.0

*alle 15 ai consiglieri comunali quindi alle 17 agli operatori 


Altri articoli sul mercato: