en-FINIAMOLA DI CEDERE I NOSTRI TESORI

24/11/2020

Dopo che il progetto di riqualificazione in chiave glamour del mercato coperto ha ricevuto il niet da parte del Comune di Trieste, la Camera di Commercio della Venezia Giulia, confidando nel proverbiale buon cuore dei goriziani sta cercando di riciclare il progetto in riva all'Isonzo, dove, diversamente dagli amministratori triestini, il Sindaco e la Giunta ne hanno accolto la proposta tra applausi, ricchi premi e cotillons.

I denari investiti sarebbero moneta di conio goriziano (quelli del Fondo Gorizia) ma la Camera di Commercio (a trazione triestina) ne avrebbe il diritto di gestione. Perché perquanto e percome ancora nessuno l'ha spiegato. A noi l'hanno spiegato invece i cittadini - e sono tanti - che i Goriziani vogliono continuare a far la spesa nel loro bel mercato, che ha bisogno di diventare ancora più bello con una adeguata riqualificazione. Tra l'altro, Gambero rosso, Eately e dintorni hanno dato un'adesione formale, una manifestazione d'interesse o sono le solite sirene che incantano i nostri malandati gastronauti? Ma se proprio vogliamo coinvolgere questi brand - sempre che essi abbiano risposto all'appello - dai nomi altisonanti e dai costi elevati: facciamolo senza stravolgere la natura del mercato coperto e - soprattutto - tutelando appieno i diritti degli esercenti che vi lavorano.

ERMES DOSSO


Altri articoli sul mercato:


Una sola parola d'ordine ai commercianti del mercato coperto categorica e impegnativa per tutti: silenzio stampa sull'incontro. Camera di commercio di Trieste e comune di Gorizia si vergognano talmente delle figure barbine fatte nelle ultime settimane da essere terrorizzati.
Pochi giorni fa si è tenuto infatti l'incontro tanto atteso tra i...

Terrorizzati dalla reazione scatenata anche su questo social da uno dei peggiori pastrocchi goriziani degli ultimi anni, ovvero gli enigmatici lavori che avrebbero dovuto sconvolgere il Mercato coperto, ecco che con le pive nel sacco, il megadirettore della CCIAA triestina Medeot accompagnato dall'assessore al commercio Sartori hanno ribaltato la...

Prima puntata - Il mondo alla rovescia. Tutto ciò che non è stato fatto dall'amministrazione comunale in tre anni dall'insediamento è stato messo in fila in www.goriziastrategica.it, dove i cittadini sono chiamati alla realizzazione del nuovo piano regolatore, che si muove su cinque direttrici: Gorizia cura il suo patrimonio; il verde goriziano...

Rompiamo il silenzio calato sulla vicenda Mercato coperto che tra trionfali proclami, letterine di sfratto, progetti fantasmagorici ha dimostrato soprattutto l'afasia esistente tra Comune e la Camera di commercio a trazione triestina: i due enti non si parlano tanto da aver programmato la fuoriuscita dei circa quaranta esercenti che vi lavorano...

Non è riuscita la rottamazione di qualsiasi vocazione goriziana sia essa industriale o culturale per seguire l'unica che interessa ai mediocrissimi rimasugli di quella che fu la gloriosa cciaa di Gorizia: l'interesse di Trieste. Una, quella del Consorzio universitario, è infatti andata storta, spaccando la maggioranza su cui si regge questa giunta....

Dopo che il progetto di riqualificazione in chiave glamour del mercato coperto ha ricevuto il niet da parte del Comune di Trieste, la Camera di Commercio della Venezia Giulia, confidando nel proverbiale buon cuore dei goriziani sta cercando di riciclare il progetto in riva all'Isonzo, dove, diversamente dagli amministratori triestini, il Sindaco e...