E'PRONTO UN MUSEO A GORIZIA PER IL 2025 TESORO DI AQUILEIA E DONAZIONE TERESIANA...

19.01.2021

Dopo due decenni di insistenze* sta venendo alla luce uno degli scandali culturali più incredibili di Gorizia, città che è riuscita a nascondere al grande pubblico l'esistenza di un tesoro strepitoso appartenente alla diocesi di Gorizia - e quindi si spera ai goriziani, s - per il quale con i finanziamenti del Giubileo del 2000 era stato realizzato il Museo di Santa Chiara, oggi palazzone vuoto in centro città.Il progetto, che consentì il recupero funzionale di un prezioso stabile del '600 e che stava crollando in prossimità delle Poste Italiane, avrebbe goduto anche del cospicuo finanziamento della Carigo (circa 600milaeuro). Molti furono gli ostacoli anche costruttivi del Museo di Santa Chiara che è comunque funzionante e che ha ospitato una serie di mostre sugli Asburgo, e non solo. L'Arcivescovo Bommarco fu un grande sostenitore del progetto museale, ma la sua scomparsa spense gli entusiasmi mentre prevalse negli ambienti chiesastici l'idea che non si dovessero esporre al pubblico oggetti sacri. Stop assurdo a una realizzazione importantissima. Musei diocesani esistono in tutta Italia e uno bellissimo è stato inaugurato qualche anno fa a Feltre: pieno di oggetti sacri: e allora? Il Museo dovrebbe contenere il preziosissimo Tesoro di Aquileia e la Donazione Teresiana. Tesori che appartengono alla storia di Gorizia e Gorizia3.0 tornerà generosamente sull'argomento Una mostra quindi, può essere soltanto il passo iniziale, l'azione propedeutica alla creazione di un museo stabile, che può essere un tesoro turistico-culturale da sfruttare per sempre e che dimostrerebbe la reale caratura di una città che vuole essere la Capitale Europea della Cultura.

GORIZIA3.0


Altri articoli sul tesoro di Aquileia: