EX-PROVINCIA DI GORIZIA: CAMBIANO GLI EQUILIBRI

10.09.2021

Come Gorizia3.0 aveva più volte annunciato dopo Sartori, primo cittadino di Mariano, anche Sergon, sindaco di Capriva del Friuli, è passato a Progetto FVG: aggiungiamo alla lista Roberto Felcaro, sindaco di Cormons e si completa il quadro di nuovi equilibri politici nell'ex provincia di Gorizia, con un centrodestra non più monopolizzato dalla Lega e Forza Italia e un centrosinistra che perde due pezzi importanti. Intanto i consiglieri di opposizione di Capriva3.0, Rossella Dosso e Luca Michelutti dichiarano che continueranno a giudicare imparzialmente i provvedimenti dell'amministrazione, riservandosi di criticarli come hanno del resto fatto finora.

Ora in Regione si aspettano i risultati delle elezioni del 3 ottobre: i risultati di Trieste e Pordenone, ma anche di Grado, saranno osservati con grande attenzione e si riverberanno certamente anche sulle prossime consultazioni comunali e regionali. La scacchiera è mobile e soprattutto nel partito di Berlusconi sorgono grandi perplessità: l'onorevole Pettarin ha aderito a Coraggio Italia; il capogruppo regionale degli azzurri Nicoli è in forte contrapposizione alla Cisint a Monfalcone. Fratelli d'Italia per ora è muta spettatrice delle vicende politiche isontine. 

In un ambito strettamente goriziano i malumori azzurri in consiglio comunale tengono banco. Per ora a Gorizia ProgettoFVG (quello legato all'assessore regionale Bini) è rappresentato dal solo Giuseppe Ciotta, che probabilmente avrà presto qualche compagno di lotta e di governo. Una situazione fluida che ha un minimo comune multiplo: la costante afasia dei partiti nazionali nell'affrontare -specie a Gorizia- problemi fondamentali quali il Bidbook2025, la sanità, il ruolo di capoluogo e la riproposizione -per legge regionale - della Provincia di Gorizia.

Gorizia3.0