FAKE NEWS? LEGGETE QUI

29.01.2021

Il sindaco di Gorizia si sveglia dopo più di un anno in cui mettiamo in risalto la graduale e inarrestabile decadenza politica, sociale ed economica di Gorizia che si traduce nella perdita del ruolo di capoluogo, che storicamente ha sempre avuto. Gli abbiamo rivolto mille domande, senza ottenere nessuna risposta: la tecnica è quella di nascondere la polvere sotto il tappeto.

Ora ci domandiamo:

E' una fake news lo stato penoso dell'aeroporto Duca d'Aosta "Hub Aeroportuale" che non va avanti né indietro?

E' una fake news la gestione penosa della questione Mercato coperto, con decisioni presi sulla pelle dei commercianti che ci lavorano da decenni?

E' una fake news il progressivo depauperamento dell'ospedale di Gorizia a vantaggio di quello di Monfalcone?

E' una fake news lo stato penoso di alcune zone della città, esempio il Piazzale della Casa Rossa?

E' una fake news l'irrilevanza di Gorizia nel nuovo Consorzio industriale della Venezia Giulia?

E' una fake news l'oggettivo passaggio alla potestà triestina - mascherata da Venezia Giulia - del Confidi di Gorizia?

E' una fake news che proprio il sindaco aveva chiesto - ottenendo un diniego - alla Cciaa a trazione triestina di attingere al nostro Fondo Gorizia per affrontare la crisi economica provocata dal Covid? 

E' una fake news che il sindaco nel suo programma elettorale aveva messo al secondo posto il ritorno dei Musei provinciali alla gestione comunale ma dopo tre anni tutto resta in mano all'Erpac?

E' una fake news la progressiva e inarrestabile irrilevanza di Gorizia nelle decisioni che riguardano la sua ex provincia?

Continueremo a fare queste domande e a esprimere le nostre opinioni, come su mille altre questioni aperte nella speranza che a Gorizia qualcosa cambi, soprattutto dal punto di vista politico. Gorizia3.0


Ultimi articoli:

"Dai pressi del Caffè del Teatro sino alla stazione ferroviaria le folte siepi di malvone, che fiancheggiavano i viali di platani, sembravano un interminabile tappeto di fiori, che destava la maraviglia di tutti i forastieri..... Ben a ragione Gorizia poteva venir chiamata l'incantevole città dei fiori del Friuli Orientale, da chi dalle brume...

L'assessore regionale all'Energia Scoccimarro ha annunciato stamane di voler revisionare entro l'anno la legge sullo sconto carburanti ed eventualmente inserire nuovi comuni nel progetto, che va a supporto di una lunga e finalmente concreta battaglia goriziano-isontina per riequilibrare l'economia della fascia confinaria. Solo sulla nostra fascia...

Ricapitoliamo: 24 o 25 milioni a Pordenone, Udine e a Trieste. Progetti mirati, occasioni di sviluppo. Diciotto piazzati sul territorio dell'ex provincia di Gorizia e salomonicamente divisi tra i due capoluoghi, Monfalcone e Gorizia. Nove ciascuno. A Gorizia per progetti slegati da una visione d'insieme e che hanno suscitato più di qualche...

Se al primo mal di pancia la maggioranza che governa Gorizia rischia di andare gambe all'aria questa è la conseguenza di una gestione poco condivisa ed arrogante, della mancanza di dialogo con i cittadini, dell'evidente inadeguatezza di molti degli assessori, dell'incapacità di rivendicare un ruolo di protagonista per la città, spogliata come un...

Assisteremo presto alle avvisaglie di un improvvisa cotta per l'Isontino del quale a nessuno fregava niente fino e ieri. Fino a che il direttore del Messaggero Veneto e de Il Piccolo ha sollevato la "questione goriziana", da noi sempre evidenziata. Sindaco non mangia sindaco: noi, insieme a chi ci legge, andiamo avanti. Gorizia langue e sarebbe...