FINCANTIERI E CORONAVIRUS 400.000 EURO A MONFALCONE E TRIESTE. GORIZIA? S’ATTACCHI...

15.07.2020

Ma Gorizia esiste ancora? Ricorderete che il nostro ospedale fu trasformato in hub per la Covid, tra squilli di trombe, lacrimucce di circostanza, manine plaudenti, (s)mobilitazioni varie? Bene la Fincantieri, azienda pubblica nazionale, dona 400mila euro sotto la voce Emergenza epidemiologica a chi?
Ma naturalmente agli ospedali di Monfalcone (150mila euro) e a quello di Trieste (250mila).

Non è possibile direte. Invece è proprio così: Gorizia definito il "retroporto" di Monfalcone in realtà spazzacucina di Trieste, non viene neanche presa in considerazione dai vertici di Fincantieri, che sanno benissimo che dalla nostra città non si alzerà la benchè minima protesta. E' luglio 2020 e il direttore Poggiana ringrazia con l'inchino: pecunia non olet. Siamo felici pet i monfalconesi ma intanto l'ospedale di Gorizia viene sfogliato come una margherita nella prospettiva di diventare una sorta di ospizio: lo sanno anche i sassi.
Ci prendono per i fondelli.

Gorizia3.0

NELLE FOTO: IL DOCUMENTO DI ACCETTAZIONE

P.s.: Ricordiamo in proposito la vicenda ( comica se non fosse tragica) del 2016 fa quando un Broncoscopio donato dalla Fondazione Carigo all'ospedale di Gorizia fu dirottato immediatamente - Serracchiani regnante - a quello di Monfalcone tra le giuste ma inutili proteste del sindaco Romoli e dell'allora consigliere regionale Rodolfo Ziberna* (clicca il bottone sottostante)