GIOCHINI TRA DESTRA E SINISTRA DA LEGGERE CON ATTENZIONE…

05.06.2020

Il sindaco Ziberna insieme all'assessore regionale Riccardi ha confermato il ritorno all'ospedale di Gorizia del reparto di cardiologia così com'era e ne siamo felici. Come lo saranno tutti i cittadini goriziani che erano però un po' preoccupati, visto il "sacco" di strutture, tesoretti, funzioni che la città subisce da tempo. Non si sa mai...
Eh si, perché è bene sapere che il SACCO DELLA CITTA' esula dalle polemicuzze in atto tra destra e sinistra, imbattibili nelle baruffe a uso selfie, ma unite sempre nell'ubbidienza incondizionata ai diktat provenienti dal capoluogo regionale e dal Friuli, dove si trovano i capipartito che determineranno le future poltrone dei nostri "politici".
Non sarebbe meglio rilanciare una più dignitosa autonomia politica, programmatica e finanziaria dell'Isontino senza aspettare i consueti venti o trent'anni? Vai alla voce "trattamento Serracchiani" che fu riservato alla nostra città, spesso è bene dirlo, con il tacito accordo o con la timida protesta del centrodestra, imponendo la svendita della nostra Camera di commercio a Trieste, lo scippo dei musei provinciali, il depauperamento dell'ospedale a favore di Monfalcone e Palmanova.
Ma un'autocritica, un dubbio, un'analisi un po' più profonda di quanto sta accadendo? Zero.
Una dimostrazione? La Cciaa della "Venezia Giulia non ha ancora risposto alla richiesta del sindaco di Gorizia di aiutare le imprese goriziane già in forte crisi prima del coronavirus. Figurarsi dopo. Si tratta di mettere in mano a un tesoretto tutto isontino, i 60 milioni( o 48 non si sa con precisione...) del Fondo Gorizia: ma i capi triestini hanno detto "no se pol".
Ricordiamo che il Comune di Gorizia ha ben sette rappresentanti di rilievo in seno alla giunta integrata della Zona Franca: di destra e di sinistra, di centro e di sghembo che siano, non dicono nulla? Non aiutano il loro sindaco nelle sue richieste?
In questo scenario piuttosto penoso mancano all'appello anche gli altri comuni dell'Isontino. Perchè? Cercheremo di dare una risposta anche a questo interrogativo, ringraziandovi per il crescente sostegno.

Gorizia3.0
Nella foto il Ponte sull'Isonzo a Piuma di Italico Brass