GORIZIA, MONFALCONE E L'ISONTINO BASTA CON LE CHIACCHIERE

02.02.2021

Assisteremo presto alle avvisaglie di un improvvisa cotta per l'Isontino del quale a nessuno fregava niente fino e ieri. Fino a che il direttore del Messaggero Veneto e de Il Piccolo ha sollevato la "questione goriziana", da noi sempre evidenziata. Sindaco non mangia sindaco: noi, insieme a chi ci legge, andiamo avanti. Gorizia langue e sarebbe bene che i maggiorenti della città si accorgessero del problema che noi abbiamo più volte messo in luce: i goriziani lo stanno facendo e questa nuova consapevolezza segna la distanza che ormai separa i cittadini dalla politica, almeno da quella goriziana. In consiglio comunale se ne rendono conto?Non lo diciamo solo noi: è necessaria una svolta decisa, uno scossone vitale alla città, che può essere data solo da un ricambio generazionale e da un accordo tra coloro che amano Gorizia e per essa si sono spesi, da qualsiasi parte essi stiano, a qualsiasi idea o ideologia essi professino. E'il 2021, non quell'eterno 1945 che paralizza la nostra città, alimentando rendite di potere ormai parassitarie. Non è più tempo di destra e sinistra: neppure di quel fantomatico centro cui tutti tendono senza spiegare cos'è. E' tempo di pensare a Gorizia.

GORIZIA3.0 


Ultimi articoli:

"Dai pressi del Caffè del Teatro sino alla stazione ferroviaria le folte siepi di malvone, che fiancheggiavano i viali di platani, sembravano un interminabile tappeto di fiori, che destava la maraviglia di tutti i forastieri..... Ben a ragione Gorizia poteva venir chiamata l'incantevole città dei fiori del Friuli Orientale, da chi dalle brume...

L'assessore regionale all'Energia Scoccimarro ha annunciato stamane di voler revisionare entro l'anno la legge sullo sconto carburanti ed eventualmente inserire nuovi comuni nel progetto, che va a supporto di una lunga e finalmente concreta battaglia goriziano-isontina per riequilibrare l'economia della fascia confinaria. Solo sulla nostra fascia...

Ricapitoliamo: 24 o 25 milioni a Pordenone, Udine e a Trieste. Progetti mirati, occasioni di sviluppo. Diciotto piazzati sul territorio dell'ex provincia di Gorizia e salomonicamente divisi tra i due capoluoghi, Monfalcone e Gorizia. Nove ciascuno. A Gorizia per progetti slegati da una visione d'insieme e che hanno suscitato più di qualche...

Se al primo mal di pancia la maggioranza che governa Gorizia rischia di andare gambe all'aria questa è la conseguenza di una gestione poco condivisa ed arrogante, della mancanza di dialogo con i cittadini, dell'evidente inadeguatezza di molti degli assessori, dell'incapacità di rivendicare un ruolo di protagonista per la città, spogliata come un...

Assisteremo presto alle avvisaglie di un improvvisa cotta per l'Isontino del quale a nessuno fregava niente fino e ieri. Fino a che il direttore del Messaggero Veneto e de Il Piccolo ha sollevato la "questione goriziana", da noi sempre evidenziata. Sindaco non mangia sindaco: noi, insieme a chi ci legge, andiamo avanti. Gorizia langue e sarebbe...