GORIZIA RIAVRÀ LA SUA PROVINCIA? LO SPERIAMO, MA ATTENTI AI LUPI……

01.07.2020

Insieme a chi ci legge (sempre più numerosi, grazie!) continuiamo la nostra battaglia per la ricostituzione della Provincia di Gorizia, con questa città restituita al suo ruolo di capoluogo di area, per piccola che sia. Piccola ma ricca di tesori che come abbiamo spiegato in questi mesi, fanno molta gola ai nostri vicini. E' una battaglia che mira anche a riparare i torti e gli scippi subiti ormai da troppo tempo.


La Provincia è in fase di ricostituzione dopo il fallimento delle Uti, mostriciattoli nati dal capriccio di una governatrice che voleva essere la prima in Italia a chiudere l'istituzione Provincia. Ci riuscì e come sempre, a perderci maggiormente fu Gorizia, che fu divisa in due e che subì queste imposizioni con deboli proteste d'ufficio.


Lo ha decretato la giunta regionale a guida Fedriga e sul progetto oggi il Messaggero Veneto dedica due pagine di apertura, con un'intervista all'assessore regionale agli Enti locali Roberti. Si parte affidando agli Enti Territoriali regionali l'edilizia scolastica, ma le future province, che saranno anche elettive, avranno importanti competenze nei settori cultura e turismo.
La ricostituzione della Provincia di Gorizia non sarà così semplice: si dovrà scontrare con gli interessi di quelle lobby triestine (e friulane) che vogliono la Regione divisa in due province autonome, quella di Udine e quella del capoluogo regionale.


L'Isontino nuovamente unito sulla base di interessi comuni e concreti rema contro la corrente che ha visto nell'ultimo decennio la spoliazione di Gorizia con il ridimensionamento dell'Ospedale, con la Camera di commercio passata alla "Venezia Giulia" (trad.: Trieste), con il Fondo Gorizia non più a disposizione del nostro territorio, con strani abbandoni come quello dell'Ente Fiera di Udine-Gorizia.


Gorizia3.0

Ultimi articoli:

Il Piccolo si è preoccupato di contattare il sindaco di Gorizia sull'argomento Mercato Coperto dopo mesi di silenzio dei media - tranne noi di Gorizia3.0: un silenzio doveroso dopo le figuracce dello scorso ottobre e il nostro titolo riporta una domanda retorica che segue un ragionamento pieno di grinze del primo cittadino di Gorizia. Come saprete...

Se Gorizia e Nova Gorica saranno la Capitale Europea della Cultura sarà anche per merito del borgomastro di Klagenfurt Hans Ausserwinkler che, negli anni '60, gemellando il capoluogo della Carinzia con le nostre due città fu promotore della "frontiera più aperta" nella Cortina di ferro. Un altro episodio da evidenziare in quel Bidbook che appare...

Una sola parola d'ordine ai commercianti del mercato coperto categorica e impegnativa per tutti: silenzio stampa sull'incontro. Camera di commercio di Trieste e comune di Gorizia si vergognano talmente delle figure barbine fatte nelle ultime settimane da essere terrorizzati.
Pochi giorni fa si è tenuto infatti l'incontro tanto atteso tra i...