GORIZIA3.0 VINCE LA BATTAGLIA SU FRIULANO E BIDBOOK2025

21.10.2021

Gorizia3.0 ancora una volta ha fatto centro, dicendo semplicemente la verità: il programma per la Capitale Europea della Cultura ignora componenti importanti della cultura di Gorizia italiana, tra cui lalingua e la cultura friulana. Il consiglio regionale ci ha dato ascolto inserendo nella legge per la Capitale Europea della cultura la clausola di una maggiore attenzione alla lingua friulana.E' il frutto di un ordine del giorno presentato dai consiglieri Gabrovec e Moretuzzo, peraltro prontamente accolta dal presidente della V commissione Bernardis, relatore del progetto di legge che promuove le iniziative per il 2025. Ne siamo lieti: questa modifica al testo iniziale è la prova che siamo tra i pochi, se non gli unici, ad aver perso tempo a leggere il Bidbook2025.E, in forza del nostro impegno a dire la verità piuttosto che battere le manine a vuoto, ripetiamo che il documento redatto per il 95 per cento da Nova Gorica per il 2025 è un puzzle di iniziative senza alcun fil rouge che valorizzi la nostra storia millenaria, ignorando anche i legami storici che legano questo territorio al mondo germanico (vedi Lienz e Klagenfurt: consigliere Hassek, dove sei?).Si nota soprattutto l'assenza quasi totale del Comune di Gorizia (che presenta il Canta quartieri, sul quale si registra una curiosa querelle di cui ci parla Luca Michelutti): fatto che con questa giunta, potrebbe essere positivo. Quello che scandalizza è soprattutto della totale sottovalutazione della millenaria storia della nostra Gorizia.

Gorizia3.0