I FUMETTI NOIR DEL SEICENTO: VOGLIAMO MARUSIG NEL BIDBOOK

25.07.2021

"Chist le il sior Cont Antoni Curunin chel fù pestat me ben ...": la famiglia Coronini così appare in uno strepitoso libretto intitolato "Le morti Violenti o Subitane Successe in Goritia" in cui Giovanni Maria Marusig descrive il secolo barocco nella nostra città, creando 202 (!) vignette che descrivono un Grand Guignol goriziano in cui l'omicidio è pratica quasi corrente per risolvere questioni pubbliche e personali.

La testimonianza di Marusig ( che a Gorizia nacque nel 1641 e vi morì nel 1712) è semplicemente eccezionale: ogni vignetta è accompagnata da quattro versi in un friulano icastico, che potremmo definire magico per la sua seppur rustica immediatezza. Disegno e linguaggio riportano l'affollata cronaca nera del tempo in una dimensione di mito arcaico o, se preferite , di incubo Noir . Il libretto di Marusig è stato stampato in copia anastatica dalla Filologica Friulana che, se non sbagliamo, fu fondata a Gorizia.

Perché non pensare per il 2025 una rappresentazione teatrale, una grande mostra e/o una ristampa ragionata e commentata che metta in rilievo questo goriziano del '600? Chiamando nell'impresa personaggi di rilievo oppure da un gruppo di fumettisti internazionale in grado di valorizzare gli incredibili "post" secenteschi?


Antonio Devetag