LA FINE DI UN ECOMOSTRO SIMBOLO DI ITALICI SPRECHI

21.11.2021

Dopo l'ingombrante e ormai inutile caserma, sorta di mapazzone cresciuto in mezzo alla città, ecco che Cormons si libererà di un altro mostro edilizio, quel faraonico cavalcavia che ingombra e abbruttisce l'entrata alla ridente città collinare: sono in arrivo dalla regione FVG infatti 550mila euro per consentire al Comune di distruggere il manufatto.

" Sarà demolito entro il 2022- racconta entusiasta il sindaco Roberto Felcaro - mentre la Regione ci ha già finanziato anche per quasi due milioni e mezzo la rimessa a nuovo dell'ex Caserma Amadio". Questa bruttura che fu costruita decine di anni or sono in previsione di un potenziamento della rete ferroviaria che non fu mai portata a termine aveva una struttura gemella a Fogliano Redipuglia ed entrambe erano di proprietà della ex Provincia di Gorizia. Quella di Fogliano, su iniziativa del presidente Gherghetta, fu demolita mentre per Cormons non furono trovati i soldi.

Poi la Provincia con la riforma Serracchiani fu chiusa e il pallino cormonese rimase in aria per qualche anno finchè il combinato disposto Comune di Cormons - Regione FVG riuscì nell'intento.

GORIZIA3.0