LA “GORIZIANA” PIU’ CELEBRE DEL MONDO E UNA NON MODESTA PROPOSTA

08.02.2020

Si tiene oggi (1 dicembre) al casinò di Saint Vincent in Val d'Aosta l'ultimo giorno di gare del torneo internazionale di "Goriziana", organizzato dalla Federazione Italiana del Biliardo (FIBIS: c'è anche un comitato triveneto). Che Gorizia sia una città ben poco conosciuta lo sanno tutti coloro che hanno viaggiato in Italia e all'estero: è un difetto della città, che non riesce mai a valorizzare le proprie peculiarità. Un esempio? Quel gioco intrigante che è il biliardo, la cui versione più famosa al mondo è appunto la "Goriziana".I nostri nonni o i nostri padri si ricordano bene che un tempo a Gorizia non c'era quasi un bar che non avesse un biliardo. Un gioco che consentiva di stare in compagnia, di intessere amicizie, di fare società, al contrario di quelle orride macchinette mangiasoldi, che rimpinguano le entrate dello Stato sfruttando preoccupanti solitudini, alimentando un subdolo solipsismo. Ricordiamo quello del caffè Teatro, sempre affollatissimo o quelli del Garibaldi, dove nel fumo delle sigarette i goriziani si sfidavano con le stecche. Giocando ovviamente alla Goriziana. Per noi giovani non è neppure un ricordo, ma una eco di altri tempi: una sorta di bella fiaba. Sarebbe bello sapere con certezza l'origine della Goriziana: andiamo per ipotesi, sperando che qualcuno ne sappia di più. A introdurre il biliardo nel nostro territorio potrebbe essere stata la corte di Carlo X di Borbone nella sua permanenza a Gorizia: a Versailles questo passatempo era infatti molto praticato e il Re ne era - sembra- fautore entusiasta.E poiché a biliardo si gioca anche in tutti i territori dell'ex impero asburgico, perché non organizzare nella nostra città il Torneo delle tre nazioni (Italia, Slovenia, Austria) dove si sfidino all'ultimo birillo i campioni della "goriziana"? Sappiamo che organizzare un torneo di questo tipo ha dei costi: ma sarebbe un evento eccezionale, riportato alla sua sede originaria: Gorizia. Un modo per incentivare anche tra i giovani un gioco di abilità ben più interessante del fragoroso delirio delle macchinette rovinafamiglie che a parole tutti vorrebbero abolire.

Kevin Cucit

Foto: da wikipedia. L'incoronazione di Carlo Decimo in Francia.