LA GUERRA DI VERGERIO FUMETTISTA GORIZIANO

15.10.2021

Per gli innumerevoli amanti di fumetti, videogiochi e cosplay in Italia il ritorno del festival Lucca Comics & Games 2021 è una splendida occasione dopo mesi di chiusure e lockdown per passare un weekend immersi nelle proprie passioni all'interno della splendida cornice del centro storico della città toscana.Tra i lavori che verranno presentati domani 29 ottobre spicca in particolare quello del nostro fumettista goriziano d'adozione Luca Vergerio intitolato "Il pilota polacco che sfidò la Luftwaffe", il secondo volume della collana "Le Battaglie Aeree" che narra la vicenda del tenente Marcin, pilota polacco in fuga in Inghilterra arruolatosi nella RAF per poter combattere per la libertà del suo paese e dell'Europa intera, e di Claudia, ragazza di origini italiane in servizio ausiliario per l'ATS britannico.Classe 1981, Vergerio nasce a Trieste ma è ormai goriziano e insegna disegno ed illustrazione all'Accademia del Fumetto a Trieste oltre a dipingere diorami e miniature di carattere scientifico per mostre e musei per la Trilobite Design Italia e Scientific Models. L'amore per la storia militare e l'aviazione lo hanno portato a collaborare per la prima volta nel 2017 con la Segni D'Autore con acquarelli e disegni sui volumi "Baracca ed il Barone", una biografia illustrata delle vite opposte sul campo di battaglia ma vicine nel destino degli assi aeronautici della Grande Guerra Francesco Baracca e Manfred Von Richthofen, prima di dedicarsi rispettivamente al saggio illustrato "Assi e Leggende della Grande Guerra" e "San Martino 1859", fumetto dedicato all'omonima battaglia della Seconda Guerra d'Indipendenza italiana.Il successo di critica e pubblico delle opere, specialmente la prima sceneggiata dal Colonnello Paolo Nurcis dell'Ufficio Storico dell'Aeronautica Militare Italiana, ha portato la Segni D'Autore ad inaugurare una collana apposita dedicata alle storie dei grandi piloti militari del passato, sempre con Vergerio alle matite. L'anno passato è stato dato alle stampe il primo capitolo "Il Giglio Bianco di Stalingrado" dedicato alla figura dell'asso dell'aviazione russa Lidija Vladimirovna Litvjak, una leggendaria pilota ventenne russa protagonista di molti combattimenti aerei contro i nazisti scomparsa misteriosamente durante la sua ultima missione, che vede il fumettista nostrano mettere i suoi disegni al servizio della sceneggiatura dell'autore umbro Andrea Laprovitera e la revisione storica del collega dell'Accademia del Fumetto di Trieste Francesco Zardini.Il nuovo lavoro in uscita a Lucca, che vede unirsi al team di Vergerio e Zardini lo sceneggiatore pugliese Umberto Mentana e come colorista la docente triestina Ilenia Bossi, sperimenta un po' con la formula della collana dato che tratta della figura di fantasia del tenente Marcin ma basa le vicende narrate sulle esperienze reali di numerosi piloti polacchi esuli durante la Seconda Guerra Mondiale che andarono a rinforzare le fila delle flotte aeronautiche militari Alleate per cercare di liberare la loro patria dal giogo nazista. Nel volume la ricostruzione storica si intreccia indissolubilmente ad una emozionante storia di guerra ed amore nel bel mezzo del conflitto, dove da una parte l'aeronautica inglese porta avanti rischiose operazioni sul territorio tedesco per distruggere Amburgo e la sopravvivenza a Londra si fa sempre più difficile sotto il costante lancio di missili V1 da parte della Luftwaffe, e getta nuova luce su vicende spesso tristemente poco note ai più ma che hanno saputo a loro modo segnare in maniera indissolubile le sorti finali della guerra.

Alex Baldassi - Gorizia3.0