LA REGIONE FVG HA CINQUE CAPOLUOGHI: MONFALCONE PIU’ FORTE DI GORIZIA

12.12.2020

A Caval donato non si guarda in bocca, dice un antico proverbio: sono quindi da accogliere con gioia i circa nove milioni che arrivano dalla Regione per Gorizia e che serviranno per rimettere in funzione il PalaBigot, testimonianza archeologica di un glorioso passato sportivo e l'area del mercato all'ingrosso, secondo un progetto che ancora non è chiaro in tutte le sue articolazioni: sarà un parcheggio. Senz'altro necessario. 

Ma l'operazione ha decretato definitivamente l'esistenza in FVG non di quattro capoluoghi, ma cinque. Infatti a Gorizia, in quella che era l'omonima Provincia si aggiunge ormai costantemente Monfalcone, che avrà all'incirca gli stessi finanziamenti di Gorizia su un più generale progetto di rilancio turistico-culturale, settore che finora era una prerogativa goriziana.

Doppio Chapeau ad Anna Maria Cisint che da sindaco fa gli interessi della città dei cantieri, che cerca di bilanciare lo strapotere di Trieste e che sa benissimo che il ruolo di capoluogo provinciale si conquista non solo assecondando l'industria ma inventando anche altre nuove vocazioni. Biasimo per l'amministrazione goriziana che sta rinunciando a quel ruolo di capoluogo come recita la storia millenaria della città.

Facciamo notare che la Provincia che dovrebbe essere ricostituita per legge regionale non ha presentato un piano comune di sviluppo, magari frutto di un dialogo tra Gorizia, Monfalcone, Cormons, Gradisca, gli altri comuni e Grado di cui ci si dimentica sempre. Così i veri capoluoghi, riconosciuti, indiscussi e indiscutibili perchè orgogliosi del loro ruolo, come Trieste, Udine, Pordenone hanno ottenuto dai 25 ai 24 milioni; Gorizia solo 9. Riflettiamoci.


Gorizia3.0


Ultimi articoli: