L'ANDRONA DELLE MERAVIGLIE ...E UNA RICETTA DA GRADO

23.04.2020

Amiamo Grado, che per non lo ricorda è stata parte integrante della Provincia di Gorizia. Nel campo della ristorazione il pesce è ovviamente un must. L'Androna, che fa parte dell'associazione FVG Via dei Sapori è certamente uno dei più qualificati ristoranti dell'Isola del Sole: la presentiamo, insieme a una ricetta. I Tarlao sono da tre generazioni nella ristorazione. Aveva cominciato il nonno Narciso, aprendo l'Adriatico nel 1949. All'Androna, che venne aperta circa 40 anni fa, è stata rilevata dai fratelli Allan e Attias nel 2001. Oggi è diventato il locale di riferimento dell'Isola del Sole, come viene chiamata Grado.

La cucina di Attias è ricca di una concreta e piacevole creatività, ancorata alla lunga storia gradese, ma capace nello stesso tempo di farsi moderna. In continua evoluzione. Sempre pesce di giornata. Ottimo il servizio, diretto da Allan. Carta dei vini importante. Ruota attorno ai vini bianchi, provenienti non solo dal Friuli Venezia Giulia. Infatti ci sono importanti proposte dall'Italia e dal mondo. L'interno è di legno come si conviene alle taverne marinare. Incastonata in un prezioso trittico di edifici del VI secolo, la chiesa di Santa Maria delle Grazie, il battistero e la basilica di Sant'Eufemia, la taverna ospita circa quaranta persone. Il clima di Grado e la posizione particolarmente riparata del ristorante permettono di mangiare spesso all'aperto, in un clima di grande fascino.

Sandwich di sardoni impanati, radicchietto e fagioli

Ingredienti:

  • 1 kg di sardoni (alici) grandi
  • 100 g di radicchietto triestino di primo taglio (vedi artigiani del gusto)
  • 200 g di fagioli borlotti secchi
  • sale e pepe
  • alloro
  • farina 00 q.b.
  • olio extra-vergine d'oliva di Russiz Superiore in Collio
  • 2 uova
  • 2 spicchi d'aglio
  • 200 g di pane grattugiato
  • 1 cipolla
  • 10 pomodorini confit
  • 2 l d'olio di semi d'arachide

Preparazione:

Cucinare i fagioli, precedentemente lasciati in ammollo per 10 ore, con l'aglio e un paio di foglie d'alloro. A cottura terminata mettere da parte un po' di fagioli interi che ci serviranno per decorare il piatto e i restanti frullarli con un filo d'olio ottenendo una purea soffice e vellutata. Regolare di sale e pepe.

Nel frattempo pulire i sardoni togliendo loro la testa e la spina centrale; poi passarli nella farina, nell'uovo sbattuto e nel pane grattugiato. Scaldare l'olio di arachidi, in una padella larga a circa 160-170° C e friggere i sardoni avendo cura di asciugarli in una carta assorbente.

Creare una sorta di sandwich alternando uno strato di sardoni con la purea di fagioli assieme a quelli interi e al radicchio. Fare più strati a piacimento. Guarnire con una rondella di cipolla e qualche pomodorino confit.