LICEO CLASSICO CARLO MICHELSTAEDTER, LE RAGIONI DI UNA PROPOSTA

10.10.2019

Quante mai saranno le scuole intitolate a Dante Alighieri? Migliaia sicuramente, e così per Manzoni, Pascoli, Carducci e via dicendo. Se lo meritano senza dubbio. Ma anche il firmamento goriziano è illuminato - fuor di dubbio - da stelle che, sul piano culturale, emanano una luce abbagliante che Gorizia non coglie fino in fondo. Quindi ci preme avanzare questa proposta che ci sembra sacrosanta: noi pensiamo che a Carlo Michelstaedter, giovane goriziano che il mondo culturale e filosofico ha riscoperto in tempi non remoti e il cui pensiero è argomento di continua, appassionata ed approfondita rivalutazione - debba essere dedicato il Liceo Classico goriziano, che fu la sua scuola. Il quale Liceo rappresenta per qualità formativa e culturale (sperando che nessuno se ne risenta) l'eccellenza scolastica cittadina e che come tale debba fregiarsi del nome del Goriziano più illustre. Noi intendiamo farne una battaglia (di persuasione naturalmente). Se potrà essere utile una petizione: la faremo. Qualcuno dirà che vi sono delle urgenze ben più pressanti. Che al cittadino preme non ci siamo le buche sulla strada, che l'illuminazione funzioni, che ci siano scuole accoglienti e via col vento. Altri bisogni e altre decisioni hanno una natura meno tangibile ed affatto palpabile ma sono quelli che contribuiscono a forgiare la nostra identità e la nostra appartenenza ad un patrimonio culturale unico, perché nostro e nello stesso tempo del Mondo. Carlo Michelstaedter è l'espressione più alta di quella congerie virtuosa di culture, di sentimenti, di intrecci etnici e di valori che rappresentano la nostra ricchezza identitaria. Liceo Classico Carlo Michelstaedter, in viale XX settembre, davanti a villa e parco Coronini. ROSSELLA DOSSO