XI SECOLO

07.02.2020

Gorizia viene citata ufficialmente per la prima volta il 28 aprile del 1001; in un documento in cui l 'imperatore Ottone III dona il castello di Salcano(Sylicanum,in latino ) e la "villa un maniero", chiamata "Goritia"(dalla dizione slava"gorica",cioè "montagnola") per metà al Patriarca di Aquileia,e per l'alta metà al conte del Friuli Guariento della casata degli Eppenstein. Una doppia attribuzione ,questa,che fu sempre causa di attrito tra Gorizia e Aquileia. 

Il termine "villa"fa dedurre che all'epoca sul colle non sorgesse ancora un castello .Anche se per molti storici è molto probabile che sul colle ,già in epoca longobarda ,ci fossero fortificazioni (forse una torre di avvistamento),è opinione diffusa che un maniero vero e proprio fu edificato a partire dal XII secolo. Gorizia si affaccia alla storia "ufficiale" e documentata dopo un secolo tragico ,caratterizzato dalle crudeli invasioni degli Ungari che oltre a depredare il Friuli ,lo impoverirono a tal punto da scardinare qualsiasi traccia di ordine costituito.Aciò si aggiungevano le inquietudini spirituali di un millennio che stava per finire sotto i più sinistri auspici sintetizzati dalla paura della fine del mondo :"Mille e non più mille". "Dopo cinque decenni di devastazioni-narra lo storico friulano Mor-la Marca(friulana )si presentava come un ammasso di rovine, in una landa desolata e spopolata". Nel 955 l'imperatore Ottone I sconfisse definitivamente gli Ungari in una grande battaglia nei pressi di Augusta ,in Baviera .Si pose allora il problema della sicurezza del territorio della Marca e della sua rinascita. L'imperatore Ottone I cominciò il cosidetto "incastellamento" del Friuli: gli imperatori germanici provvidero a un riordino amministrativo di tutta la zona affidando le varie ville e territori a loro fedeli vassalli che,ubbidendo alle direttive imperiali ,eressero numerose fortificazioni ,destinate a diventare le centinaia di castelli che abbelliscono ancora oggi il Friuli-Venezia Giulia. Le origini della dinastia dei Conti di Gorizia non sono del tutto chiare. Il possesso dell'area goriziana restò nelle mani del casato degli Eppenstein finchè questa dinastia fu chiamata a governare il ducato carinziano (nel 1090),e quindi si estinse tra il 1122 e il 1125.