MERCATO COPERTO, NON MOLLIAMO E FACCIAMO UNA PROPOSTA

09.09.2020

Mercato coperto, noi non molliamo. Ci domandiamo come può il combinato disposto Cciaa e Comune creare un "pastrocio" di queste dimensioni su una struttura che consideriamo uno dei tesori di Gorizia? Quattro anni di lavori (ma quali? Il mistero è fitto...) e intanto i rivenditori all'interno fuori dalle balle. 

Poi marcia indietro: si cerca ufficialmente un posto alternativo per la più preziosa location agricola e gastronomica del Goriziano. E sembra piacere l'idea che il nostro Ermes Dosso ha proposto su questa paginetta e non su altre: trasferire le rivendite in via Rastello.

Il minimo che dovrebbe fare il Comune sarebbe allora di chiamare a raccolta i proprietari degli immobili sfitti di una delle più belle strade di Gorizia e quindi i negozianti per poi contrattare con loro un affitto "politico", di cui proprio il Comune potrebbe in parte farsi carico, spostando le attuali spese della manutenzione e attività del Mercato sulla nuova location. 

Un sacrificio che un'amministrazione seria potrebbe fare. No se pol? E allora la Cciaa di Gorizia dimostri di non essere del tutto triestina, usando il Fondo Gorizia per portare le attività da via Boccaccio a via Rastello. 

KEVIN CUCIT