MICHELSTAEDTER A MITTELFEST L’1 E IL 2 SETTEMBRE

29.08.2021

Il filosofo goriziano Carlo Michelstaedter sarà il protagonista di un progetto del Teatro Stabile Friulano nel 2022: un dramma in quattro atti scritto dal giornalista Antonio Devetag. Ma già quest'anno, l'1 e il 2 settembre, calcherà il palco di Mittelfest con uno studio a cura del regista Claudio De Maglio. Lo spettacolo, intitolato "Carlo e Nadia, studio intorno a un incontro" sarà rappresentato nella chiesa di Santa Maria di Corte e narra una storia sentimentale di eccezionale intensità che segnò la breve vita del filosofo goriziano.

Nel 1907, a Firenze, dove si era recato per gli studi universitari Carlo incontrò una rivoluzionaria russa in esilio, Nadia Baraden, giovane donna elegante e affascinante. "Due mondi che si incontrano e collidono - dice Devetag- da una parte un'anarco- marxista di San Pietroburgo dall'altra un genio individualista capace di fondere il Vangelo, la Cabala ebraica, Schopenauer, il buddhismo, i presocratici in un libro straordinario, La Persuasione e la Rettorica, che è una punta di diamante della cultura mitteleuropea". Una storia incredibile ma vera* che descrive stati d'animo contradditori e affascinanti di un Europa che si avviava all'Apocalisse della Grande Guerra.


Rossella Dosso per Gorizia3.0


*Su Nadia Baraden, da leggere assolutamente il libro di Sergio Campailla "Il segreto di Nadia B." Marsilio Editori.