NEWS OSPEDALE DI GORIZIA: TRASFERIMENTO DI PERSONALE?

08.12.2020

Adelino Adami e Giorgio Bisiani sono i firmatari di questa lettera che pubblichiamo: cittadini solitamente informati che dicono ciò che succede nell'ospedale di Gorizia. Poiché la lettera solleva un problema che coinvolge i malati di Covid, preghiamo chi di dovere di dare risposte esaustive e non evasive, e al primo cittadino di non gridare all'attentato di lesa maestà e di rispondere se può con precisione e senza improperi. L'allarme sul destino del nostro nosocomio esiste da tempo e meriterebbe finalmente la rivelazione Urbi et Orbi di quale sarà la fine o l'inizio del San Giovanni di Dio. 

Ecco la lettera indirizzata al Presidente della Regione, al Sindaco di Gorizia, all'Assessore Regionale per la Sanità Riccardi e al Direttore dell'Asugi Poggiana: 

"Domani mercoledì si terrà una riunione in Asugi per valutare un ulteriore trasferimento di Personale Medico e Infermieristico della Terapia Intensiva dell'Ospedale di Gorizia, il che minaccerebbe la chiusura della Rianimazione.Poiché presso l'Ospedale di Gorizia è già stato attivato un Servizio di ben 65 Posti letto per pazienti Covid a media intensità (per altro privo del Medico di guardia notturna attiva propria) e poiché una parte non trascurabile di questi pazienti necessita di assistenza respiratoria, riteniamo che privare l'Ospedale del servizio di Rianimazione potrebbe essere estremamente grave.Il mantenimento del servizio di Rianimazione a Gorizia per come è strutturato Il Reparto oltre a garantire l'assistenza ai pazienti Covid, permetterebbe di far fronte anche ad altre Urgenze Mediche e Chirurgiche non legate alla pandemia e il mantenimento dell'Unità Coronarica.Per questi motivi diciamo NO alla minaccia della chiusura della Rianimazione."E ovvio che se nella riunione si prenderanno provvedimenti diversi saremo pronti a divulgarli. 


 Gorizia3.0


foto presa da web


Ultimi articoli: