PARLIAMO CHIARO: GORIZIA È POCO CONOSCIUTA! UN’AGENZIA DI GIOVANI PER LA SUA PROMOZIONE.

07.02.2020

Nessuna polemica ma una semplice constatazione: Gorizia in campo nazionale e internazionale non è promossa come meriterebbero i suoi tanti tesori che ci sforziamo di segnalare su questa pagina fb (assumono rilevanza soltanto èStoria e, soprattutto in Regione, Gusti di Frontiera).Gorizia come città, nel suo insieme, quale meta per un weekend culturale o enogastronomico, o semplicemente turistico, in pratica non esiste. Un difetto di fabbrica, che deriva dal fatto che ognuno va per conto suo: il Comune di Gorizia, la Fondazione Carigo, la Fondazione Coronini, la Camera di commercio della Venezia Giulia, gli ex Musei provinciali oggi Erpac, la Biblioteca Statale Isontina, e via dicendo...Abbiamo già scritto su questa pagina sulla necessità di arrivare ad una regia unica di queste istituzioni: il problema è complesso, ma crediamo che debba essere assolutamente risolto, affinché venga dato risalto ad una città che altrimenti alimenta unicamente "turismo" interno, creando​ frenetica animazione cittadina con 1500 eventi all'anno (4,1 AL GIORNO!) che difficilmente raggiungono mediaticamente non già Milano o Romama neppure Udine o Trieste.Visto che non critichiamo senza proporre, crediamo che la prima cosa da fare (e presto) sarebbe quella di organizzare un'Agenzia di promozione, finanziata dagli enti succitati nelle dovute proporzioni e che impieghi giovani pubblicisti del nostro territorio, talvolta molto bravi, costretti a scrivere oggi su varie testate per pochi spiccioli ad articolo/servizio.Un'Agenzia che dovrebbe impiegare questi giovani a rotazione e a progetto, il che significa che i responsabili delle varie istituzioni sarebbero costretti finalmente a sedere allo stesso tavolo per programmare grandi eventi culturali legati alla promozione turistica della città.

LUCA MICHELUTTI