PIAZZA TRANSALPINA: 7.5 MILIONI PER IL NUOVO RESTYLING

18.09.2020

Stamattina, in Piazza Transalpina, si sono riunite molte autorità per presentare il progetto vincitore della nuova Piazza. Tutto questo in un'ottica di una maggiore cooperazione transfrontaliera, soprattutto in vista della possibile nomina a Città Europea della Cultura 2025. L'obiettivo è trovare una soluzione progettuale per un'area frammentata e riunificare le città, un tempo divise da un confine che non costituisce più una barriera fisica nell'odierna Unione Europea.

Non entriamo in merito alla bellezza del progetto stesso, che potete voi stessi giudicare; ci chiediamo invece dell'effettivo bisogno di stravolgere questa piazza nuovamente, a 16 anni dal suo precedente restyling in vista dell'entrata della Slovenia nell'Unione Europea (01/05/2004). In questo caso, l'investimento stimato è di 7.5 milioni di euro. Precisiamo, l'investimento totale è suddiviso in due parti e vale per il restauro della piazza stessa e della fascia confinaria tra Casa Rossa e Salcano.

Siamo certamente contenti degli ingenti investimenti previsti, tuttavia siamo anche perplessi del fatto che la nuova piazza avrà in dotazione anche un auditorium/sala conferenze (sicuramente all'avanguardia), facendo così concorrenza a quelli già presenti in via Roma e in via Alviano (Conference Center), ormai chiusi da tempo (!). Naturalmente, va sempre bene avere nuovi spazi espositivi, però, a nostro avviso, non bisognerebbe dimenticarsi delle proprie eccellenze in una maniera così disinvolta. Com'è possibile tutto ciò?

Parlando poi di turismo legato alla Transalpina, Gorizia dovrebbe cercare di trovare il modo di convergere qualche turista anche in città, visto che, effettivamente, da questa piazza passano prevalentemente turisti diretti in Slovenia - cosa da noi riportata in un precedente post. Tuttavia, già avere un ulteriore auditorium in Transalpina, senza valorizzare i propri, ci fa che capire che a Gorizia manchi un vero progetto di sviluppo urbano (e turistico) degno di questo nome, ma magari arriverà.

Morale della favola, mentre Nova Gorica riesce sempre a far fruttare quel poco che ha (magari sfruttando intelligentemente i fondi europei), Gorizia proprio non è in grado di creare un indotto turistico realmente degno delle potenzialità che questa città detiene. Chissà, probabilmente "no se pol"... Fortunatamente per noi, almeno il Covid è riuscito nell'impresa di portare 14 turisti in città altrimenti diretti altrove, un trionfo...

Martin Novak - Gorizia3.0

In allegato le foto del progetto dalla pagina Facebook GO 2025 Nova Gorica · Gorizia e il link dell'articolo sulla pagina web del Gect GO Ezts GO, l'ente che gestisce il tutto.