Pilon Veno (1896 - 1970)

07.02.2020

Veno Pilon nato ad Aidussina nel 1896 fu uno dei più grandi pittori e grafici espressionisti goriziani, amicissimo del grande gradiscano Spazzapan che egli chiamava Spac o Luis. Dopo aver frequentato le scuole a Gorizia nel 1920 Pilon si era iscritto all'Accademia di Belle Arti di Firenze dove fu ammesso a frequentare i corsi d'incisione di Celestini. Di lì si trasferì a Vienna dove apprese le tecniche del nudo al useo dì'arte industriale. Intanto intratteneva stretti rapporti cone le gallerie d'arte di Lubiana e Zagabria, anche se a Gorizia manteneva sempre contatti strettissimi con Spazzapan, Cargo, il musicista Kogoj, e Antonio Morassi, suo grande estimatore il quale gli corganizzò una mostra personale a Gorizia accanto a nomi come Brass e De Finetti. 

Un grande della pittura e dellincisione del Novecento. Morì ad Aidussina nel 1970. Molte delle sue opere più importanti sono proprio custodite ad Aidussina ( www.venopilon.com - indirizzo Prešernova ulica 3 5270 Ajdovščina) dove sono in mostra numerose opere di V. Pilon ed anche l'archivio con manoscritti, corrispondenza, libri e oggetti personali dell'artista. La casa fu ristrutturata dall'architetto Svetozar Križaj che nel 1976 fu premiato con il Premio Plečnik. Opere di Veno Pilon sono custodite ai Musei provinciali di Gorizia.