QUALCHE IDEA “FILOAUSTRIACA” PER IL 2025

29.01.2021

Inveiscono, si arrabbiano, ma soprattutto ci copiano e ne siamo felici, anche perché tranne quelle che mettiamo in questa nostra paginetta non vediamo molto altro, soprattutto in piazza Municipio e soprattutto per quanto riguarda il 2025: e quindi ci ricordiamo di Klagenfurt. Perché il capoluogo della Carinzia? Perché la prima porta "ufficiale" tra Gorizia e Nova Gorica fu aperta dalla città del Drago negli anni '60 quando il borgomastro dell'epoca si gemellò con la prossima Capitale Europea della Cultura.
Da quel momento cominciò l'avventura della Frontiera più aperta d'Europa, che ci ha accompagnato fino ad oggi e che ci ha fatto guadagnare il recente titolo. Sappiamo tutti che i legami di Gorizia con l'Austria sono più che secolari, millenari e ne abbiamo parlato più volte su questa pagina. La concapitale della Contea Mainardina fu Lienz in OstTirol, gemellata con noi dagli anni '90, quindi sarebbe bene sfruttare questi legami storici anche dal punto di vista turistico-commerciale, che purtroppo non viene preso in considerazione da nessuno, o meglio, molti ne parlano ma nessuno procede mai concretamente in questa direzione. Parliamo di progetti di una certa valenza culturale, non di seppur indimenticabili bicchierate.
Ora, che senso hanno questi gemellaggi a parte qualche scambio di onori e qualche foto di rito? Sembrerebbe nient'altro. Male, diremmo noi, visto che i legami storici e culturali che ci legano a Lienz porterebbero certamente un rinnovato interesse per la nostra città - portando benefici reali soprattutto al settore turistico-commerciale, che è in grande difficoltà. Certo, ora c'è Covid-19, ma questa non deve essere una scusa per non fare nulla e aspettare aiuti che probabilmente non saranno nemmeno sufficienti - è ora di darsi da fare.
Onestamente, siamo sicuri che le buone relazioni con queste due città austriache, una volta ben curate - ora praticamente cadute nel dimenticatoio, potrebbero portare grandi sorprese a tutto il nostro settore commerciale. Chiaramente, però, dobbiamo sederci ad un tavolo e creare delle proposte di marketing degne della storia e del futuro di questa città, ma probabilmente stiamo chiedendo troppo. Chissà, forse ora, qualcuno si metterà finalmente al lavoro? Chi vivrà vedrà - ma la storia recente ci insegna che la politica goriziana è più apparenza che sostanza... Chissà.


Martin Novak - Gorizia3.0


Ultimi articoli: