SANITA’ GORIZIANA - POLEMICHE FURIOSE E UNA SOLA DOMANDA: QUALE FUTURO PER GORIZIA?

Riportiamo sulla nostra pagina facebook un comunicato dell'ASUGI che ha sollevato ampi dibattiti su varie pagine Facebook tra l'Amministrazione goriziana ed in particolare tra il sindaco e alcuni cittadini. Qui di seguito riportiamo il comunicato.

"ASUGI informa di aver ricevuto alcune segnalazioni da parte di cittadini del comune di Duino-Aurisina che hanno riportato di aver avuto visite a domicilio da parte di alcune persone che effettuavano tamponi direttamente presso la sede domiciliare. L'Azienda ribadisce che l'organizzazione è gestita dai medici di medicina generale assieme ai Dipartimenti di Prevenzione del territorio e non prevede visite domiciliari improvvise. In ogni caso, il cittadino viene contattato per effettuare il tampone esclusivamente dall'Azienda sanitaria e da personale riconoscibile. Si invita pertanto la popolazione a non aprire agli sconosciuti e di segnalare alle forze dell'ordine eventuali violazioni."

Sfruttatori della disperazione? Delinquenti pandemici? Segnaliamo quello che ci appare come un grave reato ma non entriamo in sterili polemiche del primo cittadino che sviano il discorso dal fondamentale interrogativo, ancora oggi senza risposte precise, che è resta il futuro del nostro ospedale dopo la pandemia. Quale sia il destino del San Giovanni di Dio da qui a qualche anno non lo si conosce ancora e la risposta a questo quesito varrebbe mille comunicati con selfie allegato.


Gorizia3.0



Ultimi articoli: