UGG: MA VA LA’ CHE VAI BENE...

04.08.2021

Mentre le fregano anche le braghe Gorizia riesce a perdere anche quel poco che rimane della sua storia e soprattutto della sua dignità. Parliamo dell'Unione Ginnastica Goriziana per più di un secolo prestigiosa istituzione cittadina, fondata nel 1869. 

Da tempo è in crisi ma adesso potrebbe chiudere i battenti. Non ci sono idee, non ci sono iniziative, si campa alla giornata e così un'altra colonna portante della società goriziana se ne sta andando. Va là che vai bene sembra essere diventato il motto della gorizianità.

Anche qui i governanti goriziani saranno lesti a insufflare nelle trombe dei finanziamenti regionali che, vista la vicinanza politica, potrebbero arrivare e salvare in extremis l'Ugg. Lo speriamo, ovviamente, ma ci chiediamo ancora una volta -se permettete- cosa diavolo fanno presidenti, consiglieri e tutto il microcosmo che ruota intorno a questa struttura e alle partecipate di quello che fu un tempo capoluogo di provincia.

Ad esempio: chi governa la città non poteva inserire questa prestigiosa struttura le cui origini suscitano interessanti temi socio-culturali e storici nel Bidbook2025? Sarebbe stato molto più utile che qualche selfie con salto sulla sedia?

"Ai miei tempi e parlo degli inizi anni '90 - dice Rinaldo Roldo che dell'UGG fu consigliere - con la presidenza Lippi andavamo a cercare i soldi dappertutto e davamo vita a iniziative che coinvolgevano tutta la città. Uno degli sponsor principali era il giornale Il Piccolo. E il Comune aveva dato in gestione all'Ugg il parcheggio di piazza Battisti: con gli introiti riuscivamo a sanare il passivo."

Tutti a casa? Quando?


Gorizia3.0