ULTIME DA CONSIGLIO - 1 PASSERELLE OTTOBRINE

12.10.2021

Il 18 giugno scorso un serafico Ziberna confezionava a favore delle telecamere di Telequattro uno dei suoi tanti proverbiali annunci farlocchi con alle spalle la passerella, desolatamente sbarrata, che collega Piedimonte alla città.

Dopo il pistolotto di rito sulla volontà di garantire - e ci mancherebbe altro - la sicurezza dei cittadini il Sindaco comunicava che dopo la fase di progettazione il Comune avrebbe provveduto correndo a cento all'ora all'affidamento dei lavori, anche se stava già pensando "a una nuova struttura che possa conservarsi senza problemi per altri decenni".

Nell'immediato la buona notizia - rassicurò il primo cittadino - "è che entro ottobre saremo in grado di riconsegnare ai cittadini la passerella", senza specificare di che anno. La bufala è stata oggetto di interrogazioni durante il consiglio comunale, ma intanto i Podgorani pare stiano avviando una raccolta di firme per chiedere a Ziberna di darsi una mossa riguardo all'inizio dei lavori sulla struttura, chiusa dallo scorso dicembre, la cui inagibilità sta creando problemi ai residenti ed in particolare agli anziani che a piedi o in bicicletta devono recarsi in città, visto che nel quartiere mancano tra l'altro un panificio, un negozio di alimentari, una farmacia.

E' noto: l'amministrazione comunale ha trascurato negligentemente le sue periferie e in particolare il quartiere di Piedimonte, i suoi spazi pubblici, le sue strade e i marciapiedi. Mentre i suoi assessori non hanno saputo allestire un'iniziativa che sia una nonostante vi sia uno spazio - lo splendido Parco dei Principi, fronteggiato da quel Muro delle Cinque Lingue abbandonato che sta ancora lì a testimoniare l'amore per Gorizia di Alba Gurtner - tra i più adatti ad ospitare almeno uno degli eventi concentrati esclusivamente nei Giardini di Corso Verdi.


Ermes Dosso