ZONA FRANCA D’EMERGENZA E ZLS MOZIONE BIPARTISAN IN REGIONE

03.07.2020

Zona Franca d'Emergenza e Zona Logistica Semplificata: unanimità in Regione per la mozione bipartisan presentata dai consiglieri Bernardis(Lega) e Moretti(Pd) dopo lunghe e complesse mediazioni tra i vari gruppi politici.

Al centro il "riequilibrio della disarmonia fiscale e tariffaria tra Italia e Slovenia; al centro, leggendo il testo con attenzione, la situazione goriziana, dove "si è creata ormai una situazione insostenibile non solo per "benzina e sigarette" ma per centinaia di piccole e medie imprese, artigiani, partite Iva, "decretando la morte del tessuto socioeconomico per quelle zone dove un vero e proprio confine non c'è, come Gorizia": testuale.

L'armonizzazione economica quindi come strumento essenziale per la ripresa economica di una zona già gravemente in crisi ancora prima del coronavirus, come abbiamo sostenuto più volte con gorizia3.0. Per quanto riguarda la Zona Franca d'Emergenza la mozione "impegna Fedriga e la sua giunta a istituire un tavolo di crisi aperto anche alle categorie economiche, le Camere di commercio regionali, i sindaci dei territori transfrontalieri, per preparare un documento da inoltrare al governo.

Per quanto riguarda la Zona logistica semplificata che interessa soprattutto strutture e infrastrutture portuali si chiamano a raccolta le autorità portuali e strutture trasportistiche (come la Sdag) a formalizzare un protocollo d'intesa da presentare al governo. In regione quindi tra tutte le proposte finora presentate vengono individuate queste due, evidentemente ritenute più concrete e fattibili.

Politicamente, chi vince e chi perde? Viene cassata - almeno in Regione FVG - la proposta di legge della Serracchiani sulla Zes (che riguardava soprattutto Trieste); mentre la proposta della Zona franca d'emergenza di cui abbiamo ampiamente parlato in questa pagina passa all'unanimità, insieme alla ZLS frutto di un'intesa "verderossa" tra l'ex senatrice Fasiolo del PD e la leghista Anna Maria Cisint sindaco di Monfalcone, che non si è lasciata l'occasione per un eventuale e possibile potenziamento di Portorosega.

GORIZIA3.0

Ultimi articoli:

"Dai pressi del Caffè del Teatro sino alla stazione ferroviaria le folte siepi di malvone, che fiancheggiavano i viali di platani, sembravano un interminabile tappeto di fiori, che destava la maraviglia di tutti i forastieri..... Ben a ragione Gorizia poteva venir chiamata l'incantevole città dei fiori del Friuli Orientale, da chi dalle brume...

L'assessore regionale all'Energia Scoccimarro ha annunciato stamane di voler revisionare entro l'anno la legge sullo sconto carburanti ed eventualmente inserire nuovi comuni nel progetto, che va a supporto di una lunga e finalmente concreta battaglia goriziano-isontina per riequilibrare l'economia della fascia confinaria. Solo sulla nostra fascia...

Ricapitoliamo: 24 o 25 milioni a Pordenone, Udine e a Trieste. Progetti mirati, occasioni di sviluppo. Diciotto piazzati sul territorio dell'ex provincia di Gorizia e salomonicamente divisi tra i due capoluoghi, Monfalcone e Gorizia. Nove ciascuno. A Gorizia per progetti slegati da una visione d'insieme e che hanno suscitato più di qualche...