Università

sezione articoli


Abbiamo posto all'amministrazione comunale e alle istituzioni goriziane alcuni interrogativi sulla permanenza dei corsi universitari goriziani degli atenei di Udine e Trieste, basandoci non su "voci" ma su preoccupazioni che venivano dallo stesso corpo docente.

Ormai è un'abitudine: l'estabilishment goriziano, incapace di affrontare un qualsiasi dibattitorisponde alle sollecitazioni puntuali e precise di Gorizia3.0 indirettamente su Il Piccolo al quale oggi tocca tradurre un mapazzone deliberatorio sull'affidamento dei servizi in una mensa universitaria che non c'è.

La scommessa di un polo universitario goriziano è stato un grande sogno iniziato dal sindaco Scarano e poi ereditato da tutti suoi successori. Un grande sogno oggi incagliato e non sarà un'assessora col problema di rielezione a fare da interlocutrice sul tema, che va ben al di là della sua esperienza e della sua comprensione.

Università e benessere animali: quale logica perversa ha consegnato nelle mani della stessa sventurata la cura di quadrupedi e di dottorandi? Ma Gorizia è spassosamente spensierata e l'assessora Gatta, che per quattro anni alla pari dei colleghi giuntali non ha certo brillato per iniziative e realizzazioni, si è risvegliata avvicinandosi le...

Gorizia3.0, come spesso accade, protagonista in consiglio comunale e soprattutto del mediocre recital tra il consigliere di FdI Braulin e l'assessora all'università e agli animali Gatta, sempre in quota FdI. L'oggetto: un nostro post che mutuando l'opinione scritta del professor Sergio Pratali Maffei, professore dell'università degli studi di...

Credeteci, ci piacerebbe dare solo belle notizie. Invece riproponiamo un nostro breve articolo dell'altro giorno in cui il professor Maffei dell'ateneo triestino evidenzia la probabilità ( o la certezza?) che le università di Udine e Trieste stiano smobilitando i corsi goriziani. La cosa sarebbe di una gravità inaudita e speriamo che sia possibile...

Da anni stiamo sollevando il problema del Conference Center, magnifica struttura che sorge accanto all'ex seminario oggi sede dell'Università di Trieste, che costò circa 7 milioni di euro (circa dieci miliardi di lire) alla Camera di commercio, che allora era ancora di Gorizia. Doveva essere il supporto prestigioso alle vocazioni internazionali...